X Utilizziamo i cookie per essere sicuri di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.
  • Seguici su

  • +39 0761.799923


  • Volsinii

    La città di etrusca di Velzna, identificabile con l'attuale Orvieto, venne distrutta dai Romani nel 264 a.C. e rifondata presso le sponde nord-orientali del vicino lago, dove si sviluppò il centro romano di Volsinii, antenato dell'odierna Bolsena.

    Gli scavi della Scuola Francese di Roma a Poggio Moscini hanno portato alla scoperta della vasta piazza del foro, delimitata verso sud da un'imponente basilica che, al tempo di Costantino, venne trasformata in chiesa. Una via tecta (cioè coperta) conduce alla zona delle abitazioni private, dove sono state riportate alla luce due grandi domus. La Casa delle Pitture conserva pregevoli affreschi databili tra il I sec. a.C. e il IV sec. d.C. e un ambiente sotterraneo dove si praticavano i riti orgiastici in onore di Bacco.
    Accanto alla Casa ad Atrio, dotata di pavimenti ad intarsi marmorei (opus sectile), si apre un ninfeo monumentale con nicchie alle pareti.

    La città venne abbandonata nel corso del V sec. d.C. a causa delle devastazioni gotiche e i superstiti si trasferirono sulla vicina rupe su cui sorge l'odierno quartiere del Castello, primo nucleo urbanistico di Bolsena.

     


    Gemellati con


    Cookie - Privacy

    Sviluppato da InfoMyWeb - Segnalato su TusciaInVetrina.info - Credits