X Utilizziamo i cookie per essere sicuri di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.
  • Seguici su

  • +39 0761.799923


  • Tipicità

    Bolsena, per la posizione geografica, tra la collina ed il lago ha tra le attività tradizionali prevalenti la pescae l'agricoltura.

    La pesca dà buoni risultati sia per la quantità che per la qualità del prodotto. La specie più pescata è il coregone, dal sapore delicato, che raggiunge soprattutto i mercati dell'Italia settentrionale. Il pesce più famoso è l'anguilla, che costituisce anche un piatto tipico del Natale in tutta l'Italia centrale, mentre il pesce più apprezzato dalla popolazione locale è il luccio, raro e prelibato. Nella tradizione culinaria bolsenese il pesce tra cui i latterini, il persico reale, la trota, la tinca, ecc... riveste un ruolo fondamentale e infatti sono molte le ricette gastronomiche in cui viene preparato (arrosto, fritto, marinato, come condimento per pasta o risotto, ripieno per ravioli, o tartine).

    Tra le ricette più prelibate ricordiamo:

    - Il coregone, cucinato alla griglia (condito con rosmarino o finocchietto selvatico secco di Bolsena), oppure bollito e condito con salsa verde (preparata con prezzemolo, aglio, capperi, olio d'oliva, aceto/limone), anche se i raffinati lo preferiscono in umido. Dagli anni '90 si usa marinare il filetto di coregone con l'aceto, un piatto presente come antipasto in molti ristoranti e trattorie;

    - L'anguilla alla "vernaccia" (vino tipico), arrosto, fritta o in umido che costituisce un piatto per intenditori;

    - Il "luccio alla bolsenese";

    - I filetti di persico fritti o in padella;

    - La "minestra di tinca", accompagnata da linguine tirate a mano;

    - La "frittura di lattarini e persico trota o persico reale"  (condita con limone e/o aceto)

    L'agricoltura produce in abbondanza ortaggi (verdure, pomodori vari e il pomodoro scatolone, cipolle, cetrioli, peperoni, melanzane, zucchini, pomodori) e frutta (pesche, albicocche, susine, prugne, fragole, pere, ciliegie, meloni, cocomeri..) che vengono coltivati nei terreni pianeggianti in prossimità del lago.

    I terreni di collina offrono un ottimo olio di oliva e delicatissimi vini.
    Nei terreni intorno al bacino del lago si coltivano inoltre i legumi: fagioli, lenticchie, ceci, patate, con i quali si preparano anche buone minestre.

    Il tutto può essere accompagnato da ottimi vini tipici D.O.C. del bacino del lago come: il Canuleio (bianco) di Bolsena, l'Est Est Est di Montefiascone (bianco, asciutto o abboccato, di moderata gradazione alcolica e gradevolissimo al palato), la Cannaiola di Marta (rosso) e l'Aleatico di Gradoli (rosso).

    Gemellati con


    Cookie - Privacy

    Sviluppato da InfoMyWeb - Segnalato su TusciaInVetrina.info - Credits